5G rivela la strada per i veicoli a guida autonoma

Circa l'autore

Daniel Ruiz è CEO di Zenzic.

L'industria della mobilità connessa e automatizzata (CAM) del Regno Unito sta lavorando a un puzzle di sfide che si frappongono tra noi e che portano i veicoli a guida autonoma sulla strada, in numero significativo, in sicurezza. Lo sviluppo della connettività di rete 5G è un elemento chiave di questo puzzle in quanto consente di costruire nuove piattaforme attorno ad esso che libereranno tutto il potenziale di CAM.

Una connettività rapida e solida è fondamentale per il successo dell'implementazione di veicoli connessi e a guida autonoma. Consente il flusso di dati generati da veicoli connessi e a guida autonoma e consente ai dati di essere elaborati e convertiti in approfondimenti che formano la base delle decisioni. Questi a loro volta costituiscono gli elementi costitutivi dei servizi di cui potranno beneficiare i consumatori e le imprese. Nel passaggio dai sistemi di trasporto odierni a quelli degli anni 2030 e oltre, l'importanza di questa infrastruttura per il trasporto di dati non può essere sopravvalutata.

Ecco perché l'industria CAM del Regno Unito sta considerando i recenti lanci della tecnologia mobile 5G nelle città del Regno Unito da parte di EE e Vodafone come un'enorme opportunità. Mentre le reti 4G hanno fornito la struttura portante necessaria per sviluppare sistemi di comunicazione veicolare di base, 5G offre la promessa di un ulteriore livello di servizi e possibilità.

Il lancio del 5G è un momento chiave nella ricerca del settore CAM di vedere veicoli connessi e autonomi sulle strade del Regno Unito entro il 2030. Il potenziale della tecnologia si basa su tre punti di forza chiave: velocità, affidabilità e capacità. Possiamo approfondire il motivo per cui ciascuno di questi punti di forza conta così tanto per i veicoli connessi e con guida autonoma.

Velocità: reazioni istantanee

La tecnologia 5G può offrire una latenza drasticamente inferiore (5 millisecondi o meno) e velocità molto più elevate (1 gigabit + al secondo) di 4G (che oggi si aggira intorno ai 30 megabit al secondo). Questi miglioramenti significano che la comunicazione attraverso la rete può essere molto più veloce, il che sblocca enormi opportunità per i veicoli connessi.

I veicoli connessi e a guida autonoma abilitati al 5G saranno in grado di comunicare in modo più efficiente e rapido tra loro e con l'infrastruttura stradale, che può aiutare a ridurre gli ingorghi e i colli di bottiglia. Forse il vantaggio più trasformativo della tecnologia 5G sarà la sicurezza stradale. I veicoli connessi e a guida autonoma dotati di 5G interpreteranno più rapidamente le condizioni stradali e i potenziali pericoli.

Saranno in grado di ricevere informazioni da un veicolo più automobili lungo la strada oltre cinque volte più velocemente di un veicolo dotato di 4G e ordini di grandezza più veloci di un essere umano. Questa risposta quasi istantanea potrebbe ridurre drasticamente il numero di incidenti stradali nel Regno Unito poiché il veicolo stesso dovrebbe sapere, quasi all'istante, cosa sta succedendo decine o addirittura centinaia di metri più avanti, piuttosto che ciò che i suoi sensori da soli possono vedere.

Affidabilità: il fallimento non è un'opzione

Nelle distribuzioni di veicoli connessi e a guida autonoma, la sicurezza pubblica è la priorità numero uno. Le tecnologie che lo supportano devono essere sicure. Le reti 5G sono state create specificatamente pensando a tali applicazioni critiche e, come tali, sono progettate per offrire quasi il 100% di uptime e costanza impareggiabile nei servizi di rete. La copertura affidabile del 5G e la ridondanza della rete sono fattori fondamentali per far funzionare i veicoli connessi e a guida autonoma nel modo più sicuro possibile sulle strade del Regno Unito.

Capacità: tubo grasso 5G

I veicoli connessi e a guida autonoma e i loro sensori integrati generano una quantità fenomenale di informazioni. I test sui veicoli connessi e a guida autonoma presso il Millbrook Proving Ground nelle zone rurali del Bedfordshire producono abitualmente fino a 4 TB di dati ogni giorno. Le reti 4G semplicemente non hanno la capacità di trasmettere in modo affidabile un così enorme volume di bit e byte.

Fortunatamente, il 5G ha una "pipa più grassa" rispetto al 4G attraverso cui alimentare queste informazioni. In effetti, le reti 5G sono specificamente progettate per gestire contemporaneamente un numero enorme di applicazioni ad alta richiesta. Questa maggiore capacità conferisce all'intero ecosistema la capacità di ridimensionarsi man mano che più veicoli connessi percorrono la strada, inestimabile per la crescita del settore CAM.

Sviluppo di turbocompressori 5G collegati e veicoli a guida autonoma

Lo sviluppo di veicoli connessi e a guida autonoma nel Regno Unito è già ben avviato, ma il 5G offre una spinta molto gradita al processo. Ad esempio, l'implementazione del 5G a Londra consentirà allo Smart Mobility Living Lab (SMLL) – un ambiente connesso avanzato che utilizza percorsi aperti e chiusi per testare le future tecnologie di mobilità, servizi e modelli di business – per testare le implicazioni del 5G per i veicoli connessi nella realtà mondo.

SMLL è solo una parte dell'ecosistema di test e sviluppo di veicoli di classe mondiale connessa e autonoma, noto come Testbed UK, che è accompagnato da un quadro normativo leader incentrato sul supporto dello sviluppo tecnologico. Inoltre, il lavoro svolto dal Regno Unito sullo sviluppo della legislazione dell'UE in materia di sicurezza e collaudo indica che è nella posizione migliore per guidare a livello globale la carica dei veicoli connessi e a guida autonoma.

Per influenzare la politica pertinente, Zenzic sta supportando lo sviluppo della CAM con la sua "Roadmap di mobilità connessa e automatizzata fino al 2030", che delinea le fasi tecniche, infrastrutturali e legislative necessarie per realizzare lo spiegamento sicuro ed efficiente dei veicoli connessi e a guida autonoma.

Ci sono molti altri pezzi nel puzzle CAM, ma quando il 5G inizia a raggiungere più sedi nel Regno Unito, uno critico sta andando a posto. È fondamentale che le leggi e le politiche siano sviluppate insieme alla tecnologia; in questo modo, possiamo garantire che i veicoli connessi e a guida autonoma raggiungano le strade del Regno Unito entro il 2030 e che possano iniziare a realizzare sia i vantaggi per i consumatori che per le imprese.

Daniel Ruiz è CEO di Zenzic.