I nuovi brevetti Tesla contemplano un livello di guida autonoma totale con l'apprendimento profondo

Tesla, il produttore pioniere di veicoli a guida autonoma, cerca sempre di fare un passo avanti nel mercato delle auto a guida autonoma, ma non ha ancora sviluppato veicoli con un livello di guida autonomo totale, tuttavia, due nuovi brevetti suggeriscono un pilota automatico che rivoluzionerà il industria.

La società automobilistica autonoma di Elon Musk non è solo pioniera nello sviluppo di questo tipo di veicoli, ma anche nel software di guida autonoma che mette a disposizione per incrementare l'uso di questa tecnologia nell'industria automobilistica.

Tuttavia, il sistema Il pilota automatico è stato duramente criticato perché ritiene insufficiente acquisire il livello di guida autonomo totale.

Anche se la società ha promesso all'inizio di quest'anno che la versione 3.0 Il pilota automatico sarà in grado di rivoluzionare questo livello di guida, ora è quando rivela chiari dettagli di due nuovi brevetti che descrivono miglioramenti davvero notevoli e potenti di sistema. Bene, l'autopilota si rinnova con miglioramenti che consentono di raccogliere ed elaborare i dati dei veicoli in modo rapido e in tempo reale grazie all'apprendimento approfondito.

Il brevetto descrive un sensore nel veicolo che consentirà di acquisire e decomprimere tutti i dati in modo che siano processori con il chip di intelligenza artificiale sviluppato da Tesla.

Una volta compressi ed elaborati dal deep learning e dalla rete neurale artificiale, le informazioni vengono inviate al veicolo autonomo in pochi secondi.

Il brevetto in cui menzionano i creatori Brijesh Tripathi, Timofey Uvarov ed Evgeny Fainstai, descrive un processo che sarà in grado di separare le informazioni ottenute dal veicolo per ottenere un migliore processo decisionale di guida in tempo reale, che, secondo l'azienda, consentirà creare un software a guida autonoma per veicoli completamente autonomi, cioè senza la necessità di un guidatore umano di supervisionare o effettuare manovre di guida difficili.

La segmentazione dei dati consentirà azioni come l'analisi dell'illuminazione globale, si concentrerà solo sui sensori che elaborano le informazioni corrispondenti, questo impedirà la perdita delle informazioni pertinenti.

Alla fine del 2016, Tesla ha assunto un gruppo di ingegneri dell'azienda hardware AMD, che erano su richiesta di Petter Banon, un ex architetto di processori AppleQuesti erano responsabili dello sviluppo di un chip di intelligenza artificiale in grado di elaborare i dati e prendere decisioni attraverso l'apprendimento.

Oltre a ciò, Tesla ha anche brevettato un'unità vettoriale computazionale per elaborare i dati di output. Di recente, la società Elon Musk ha anche annunciato il suo brevetto per produrre batterie più efficienti ed economiche.